Sindrome da Fatica Cronica (CFS) – Fibromialgia 1

In questa pagina:

– Sindrome da Fatica Cronica/Sindrome da Affaticamento Cronico, (CFS)
Chronic Fatigue  Syndrome. Encefalomielite Mialgica, (ME) Myalgic Encephalomyelitis.

– Fibromialgia.
 30
Le trasfusioni di sangue possono causare ME/CFS?
Can blood transfusions cause CFS/ME?
Da Massachusetts CFS/ME & FM.
Da Sydney, Australia: Una squadra di ricerca dice “sì”.
Il dott. Kenny De Meirleir, belga, ha spiegato a un paziente olandese con ME/CFS di lunga data che il suo test enzima RNase-L ha mostrato un alto livello di attivazione virale coerente con Encefalomielite Mialgica/Sindrome da Stanchezza Cronica (ME/CFS). “Ora capiamo la base immunologica della sindrome da stanchezza cronica (CFS),” ha detto. “A causa del test RNAse-L, è certo che la tua malattia abbia una base virale.”
Esprimendo la sua preoccupazione che ME/CFS possano essere contagiose, il paziente ha chiesto al medico circa la possibilità di infettare gli altri attraverso il contatto casuale. “Io non la penso così”, rispose il dottor De Meirleir. “Ma emoderivati possono trasmetterle; siamo sicuri che abbiamo un numero piuttosto elevato di pazienti con CFS che sono diventati malati subito dopo la trasfusione”.
[…]
“Questi risultati indicano la direzione di una causa trasmissibile in questo sottogruppo di pazienti con CFS in cui l’insorgenza acuta è stata temporaneamente legata alla trasfusione di sangue. Come i virus ed, eventualmente, altri microrganismi sembrano essere in grado di innescare un esordio acuto di CFS, e [ perché ] la disfunzione di RNAse-L sembra essere relativa preferibilmente alla CFS, non arriva come vera sorpresa che i ricevitori di una trasfusione di sangue, essendo spesso in uno stato indebolito, [possano] sviluppare la CFS. Abbiamo quindi consigliamo i pazienti con CFS di non essere donatori di sangue e in secondo luogo, [consiglia] che la somministrazione di trasfusioni di sangue… [deve avvenire] solo quando è strettamente necessario e non come una procedura standard (ad esempio, dopo la nascita di un bambino)”.
[…]
https://www.massmecfs.org/more-resources-for-me-cfs/119-can-blood-transfusions-cause-cfids

 


 

29

Ai pazienti con fibromialgia sono stati trovati virus comuni. 2017.

Fibromyalgia Patients Found to Have Common Viruses.

Da Fibromialgia News Today.

[…]

Secondo un rapporto su News14.com, il dottor David Johnson, specializzato nella gestione del dolore, ha avuto l’idea di testare i suoi pazienti con fibromialgia per 17 virus comuni. È stato sorpreso di scoprire che sono risultati positivi tra i tre e i nove virus. Alcuni dei virus comuni erano rotavirus, herpes e virus Epstein-Barr. Il dottor Johnson spera di trattare i virus con farmaci antivirali che aiuteranno i pazienti con fibromialgia con alcuni dei sintomi più comuni associati alla malattia come stanchezza cronica, dolori e brividi. Dice che alcuni dei suoi pazienti stanno rispondendo bene al trattamento.

[…]

https://fibromyalgianewstoday.com/2017/11/29/fibromyalgia-found-common-viruses/


28
Nebbia cerebrale: cause e come far fronte. 2017.
Brain fog: Causes and how to cope.
Da Medical News Today.

La nebbia cerebrale influenza una varietà di processi mentali, tra cui la memoria e la concentrazione. Può essere un sintomo di una condizione medica o può essere correlato a fattori di stile di vita, come lo stress o la dieta.

Scopriamo di più le cause di questo problema frustrante e suggeriamo idee su come far fronte quando succede.

Cos’è la nebbia cerebrale?
La nebbia del cervello può far sentire una persona come se i processi di pensiero, comprensione e ricordo non funzionassero come dovrebbero.

Diverse funzioni cerebrali possono essere influenzate dalla nebbia cerebrale, tra cui:

– memoria, che consente di memorizzare e richiamare le informazioni.
– la capacità di usare e capire la lingua.
-elaborazione delle informazioni, che aiuta la comprensione e l’attenzione.
– abilità visive e spaziali utilizzate nel disegno, nel riconoscere forme e nello spazio.
– abilità di calcolo.
– abilità di funzionamento esecutivo utilizzate per l’organizzazione, la risoluzione di problemi e la pianificazione.

Se una o più di queste funzioni è compromessa, qualcuno potrebbe avere difficoltà a capire, trovare difficoltà a concentrarsi, dimenticare le cose e provare affaticamento mentale.
[…]

Altre cause mediche.
Oltre alla SM, molte altre condizioni mediche possono causare la nebbia del cervello.

Le condizioni a lungo termine, come la fibromialgia, che causa dolore in tutto il corpo o la sindrome da stanchezza cronica, che provoca una grave stanchezza, spesso causano problemi di concentrazione o memoria.
La depressione è un disturbo dell’umore grave che influenza il modo in cui una persona pensa e sente. Problemi con la memoria, la concentrazione e il processo decisionale possono contribuire alla sensazione di nebbia cerebrale.

Una persona depressa può anche avere problemi di sonno e mancanza di energia, che può rendere difficile la concentrazione e il completamento dei compiti.
[…]

https://www.medicalnewstoday.com/articles/320111.php?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_campaign=weekly


27
Le cellule del sangue nella sindrome da affaticamento cronico sono drenate di energia. 2017.
New Scientist: Blood cells in chronic fatigue syndrome are drained of energy.
Da ME Association UK, New Scientist.
   Si tratta di recenti ricerche del ricercatore Cara Tomas, che ha lavorato a fianco del professor Julia Newton e dei suoi colleghi a Newcastle, e si riferisce ai mitocondri e al metabolismo energetico.
La ricerca, “La bioenergetica cellulare è compromessa nei pazienti con sindrome da affaticamento cronico”, è un accesso aperto e speriamo di avere una breve recensione disponibile presto.
[…]
Attraverso quasi tutte le misure di capacità energetica, le cellule delle persone con CFS erano più deboli rispetto alle loro controparti sane. Se altre cellule fossero ugualmente compromesse, questo potrebbe spiegare perché le persone con questa condizione sono spesso a letto, o in sedia a rotelle per mesi, e lottano anche contro modesti esercizi fisichi.”Le cellule nella CFS non potrebbero produrre tanta energia come le cellule di controllo”, dice Tomas. “Al punto di partenza, non funzionavano bene, ma il massimo che poterono raggiungere in tutte le condizioni fu molto più basso rispetto a quelle dei controlli”. Tomas e i suoi colleghi misurarono l’efficienza dei mitocondri, le centrali elettriche che generano energia nelle cellule. I mitocondri sono la fonte dominante dell’energia per tutte le nostre cellule. Il team scoprì che i mitocondri nelle cellule nella CFS non possono produrre correttamente energia.
[…]
Tomas e i suoi colleghi misurarono l’efficienza dei mitocondri, le centrali elettriche che generano energia nelle cellule. I mitocondri sono la fonte dominante dell’energia per tutte le nostre cellule. Il team scoprì che i mitocondri nelle cellule CFS non possono produrre correttamente energia.
[…]
http://www.meassociation.org.uk/2017/11/new-scientist-blood-cells-in-chronic-fatigue-syndrome-are-drained-of-energy-04-november-2017/

26
Fibromialgia e microglial TNF-α: ricerca transazionale che utilizza cellule umane di microglia simili a sangue umano. 2017.
Fibromyalgia and microglial TNF-α: Translational research using human blood induced microglia-like cells.
Da Scientific Report, Nature.
La fibromialgia è una malattia refrattaria caratterizzata da dolore cronico intollerabile e sofferenza psicologica, la cui causa non è ancora stata chiarita a causa della sua complessa patologia. L’attivazione delle cellule immunitarie nel cervello chiamata microglia ha attirato l’attenzione come potenziale sottostante meccanismo patologico nel dolore cronico. Fino a poco tempo fa, tuttavia, considerazioni tecnologiche ed etiche hanno limitato la capacità di condurre ricerche utilizzando microglia umana. Per superare questa limitazione, abbiamo recentemente sviluppato una tecnica per creare cellule microgliali (iMG) indotte dall’uomo da monociti periferici umani. In questo studio abbiamo creato le cellule iMG da 14 pazienti affetti da fibromialgia e 10 individui sani e confrontato l’attivazione di cellule iMG tra i due gruppi a livello cellulare. L’espressione del fattore di necrosi tumorale (TNF) -α a mRNA e livelli di proteine ​​è significativamente aumentata nelle cellule iMG stimolate da ATP da pazienti con fibromialgia rispetto alle cellule di individui sani. È interessante notare che vi era una correlazione moderata tra l’upregulation indotta da ATP dell’espressione di TNF-α e i parametri clinici del dolore soggettivo e di altre manifestazioni mentali della fibromialgia. Questi risultati suggeriscono che microglia nei pazienti con fibromialgia sono ipersensibili all’ATP. TNF-α da microglia, può essere un fattore chiave alla base della complessa patologia della fibromialgia.
[…]
https://www.nature.com/articles/s41598-017-11506-4#MOESM1

25
Le ricerche suggeriscono, i cambiamenti nel cervello possono spiegare i sintomi cronici del dolore in diversi disturbi. 2017.
Brain Changes May Explain Chronic Pain Symptoms in Different Disorders, Study Suggests.

Da Fibromialgia News Today.

[…]
Il dolore cronico viene diagnosticato e valutato mediante scale di punteggio di gravità, determinando l’intensità del dolore. Tuttavia, la pratica clinica corrente ignora la distribuzione spaziale del dolore nel corpo.

Attualmente, un team di ricercatori dell’Università del Michigan ha chiesto come si diffonda il dolore e cosa possa essere alla base della sua ampia distribuzione. Esaminarono i dati del cervello di 1.709 partecipanti col metodo Multidisciplinary Approach to the Study of Chronic Pelvic Pain Research Network.

[…]

https://fibromyalgianewstoday.com/2017/08/23/brain-changes-chronic-pain-symptoms-disorders/?utm_source=FM+E-mail+List&utm_campaign=fd04d993ce-RSS_WEEKLY_EMAIL_CAMPAIGN&utm_medium=email&utm_term=0_466e2e0f56-fd04d993ce-71759637

24

Sindrome da stanchezza cronica legata al microbioma sbilanciato. 2017.
Chronic Fatigue Syndrome Linked to Imbalanced Microbiome.

Da Columbia University, Mailman School of Public Health.


https://www.mailman.columbia.edu/public-health-now/news/chronic-fatigue-syndrome-linked-imbalanced-microbiome


23
L’FM/a Blood Test di EpicGenetics per la Fibromialgia è ora disponibile in Canada. 2017.
EpicGenetics’ FM/a Blood Test for Fibromyalgia Is Now Available in Canada.
Da Fibromyalgia News Today.
[…]
L’FM/a è stato il primo esame del sangue per la fibromialgia che riceve l’approvazione dell’Amministrazione Federale dei Farmaci negli Stati Uniti nel 2012.
Il test identifica le anomalie delle cellule bianche del sangue che si verificano in quelle persone con la malattia. Ha un tasso di precisione elevato, mostra la sensibilità del 93% nella diagnosi della fibromialgia. Ciò significa che il test identifica una persona con la malattia nel 93 per cento delle volte.I pazienti che attraverso la diagnosi del sangue avranno la fibromialgia troveranno la possibilità di partecipare ad un’indagine genomica che indaga biomarcatori genetici per la fibromialgia, secondo EpicGenetics. La speranza è che le informazioni aiutino gli scienziati a identificare mutazioni legate alla fibromialgia e marcatori genetici, simili ai geni BRCA1/BRCA2 che possono prevedere il cancro al seno.
[…]
L’FM/a Test è cresciuto in collaborazione tra l’EpicGenetics e l’Università degli Studi di Illinois Scuola di Medicina di Chicago. L’Associazione Americana per la Chimica Clinica [American Association for Clinical Chemistry] ha riconosciuto il test come un esempio di ricerca eccezionale in immunologia clinica e diagnostica.Oltre agli Stati Uniti e al Canada, il FM/a Test è disponibile nel Regno Unito, Europa, Caraibi, Sud America, America Centrale, Australia, Nuova Zelanda, Messico, Hong Kong e Turchia.
[…]

https://fibromyalgianewstoday.com/2017/06/02/epicgenetics-blood-test-for-fibromyalgia-is-now-available-in-canada/?utm_source=FM+E-mail+List&utm_campaign=0dbd9aec32-RSS_WEEKLY_EMAIL_CAMPAIGN&utm_medium=email&utm_term=0_466e2e0f56-0dbd9aec32-71759637


22
Importante passo avanti nella sindrome da stanchezza cronica (ME / CFS)? Gli australiani credono di aver trovato un Biomarker. 2017.
Major Breakthrough in Chronic Fatigue Syndrome (ME/CFS)? Aussies Believe Biomarker Found.

Da Griffin University, National Centre of Neuroimmunology and Emerging Diseases, Australia. Pro Health.

[…]

Lo studio è stato putativamente sulle cellule natural killer [NK], ma se il gruppo NCNED [National Centre of Neuroimmunology and Emerging Diseases] dell’Australia fosse giusto le cellule NK sarebbero solo l’inizio della storia. Le NK sono un buon punto di partenza. Ridotta citotossicità delle cellule NK è l’aberrazione immunitaria più costantemente trovata nella sindrome da stanchezza cronica (ME/CFS). Nonostante i numerosi tentativi di identificare la causa dei problemi di cellule NK nella ME/CFS, non sono state ancora precisamente identificate.

Il gruppo NCNED alla Griffith University nel Queensland, in Australia, ha scavato più a fondo la causa dei problemi di cellule NK nella ME/CFS rispetto a qualsiasi altro gruppo.

Essi sembrano aver avuto TRP (Transient Receptor Potential) canali ionici nel loro mirino per almeno un paio di anni. Questi canali ionici consentono il calcio e magnesio nelle nostre cellule. Il calcio fa molto di più che costruire ossa forti. All’interno della cellula svolge un ruolo essenziale nella segnalazione cellulare e omeostasi.

Le variazioni di concentrazione di calcio consentono anche ai nostri muscoli di contrarsi durante l’esercizio. Il calcio modula anche l’attività di molti enzimi compresi gli enzimi mitocondriali. Colpisce il rilascio dei neurotrasmettitori dai nostri nervi. È un elemento essenziale intracellulare; pasticciare con livelli di calcio e le nostre cellule non va bene.

Ma è il basso contenuto di calcio la causa dei problemi delle cellule natural killer nella ME/CFS? Nel marzo 2016 il gruppo NCNED ha cercato e trovato il numero di polimorfismi o mutazioni nei geni che esprimono il TRP e recettori dell’acetilcolina (AChRs) nelle persone con ME/CFS significativamente aumentata.

Questo ha suggerito che i problemi con questi canali ionici potrebbero essere limitati all’afflusso di calcio nelle nostre cellule.

Poi, in maggio 2016, il team NCNED ha dimostrato che questi canali ionici esistono nelle natural killer e cellule B (nessuno  l’aveva dimostrato prima), e poi ha dimostrato che meno del normale di essi erano presenti nelle cellule NK di persone con sindrome da stanchezza cronica (ME/CFS).

La grande scoperta, però, è stata di trovare livelli ridotti di calcio citoplasmatico in quelle cellule. Questo ha suggerito che numeri ridotti di canali ionici nelle cellule NK di pazienti con ME/CFS sono stati infatti destituiti di un elemento essenziale e, eventualmente, influiscono sulla loro capacità di funzionare.

[…]

http://www.prohealth.com/library/showarticle.cfm?libid=30035&B1=EM032217C&utm_campaign=Email%20-%20Newsletter%20-%20CFS&utm_source=hs_email&utm_medium=email&utm_content=48792276&_hsenc=p2ANqtz-_rbyiZLcQy6-d9WFSQcEGF6e2ggDMGG8U9QLhwvhOWtvQdQyWPtW_5I5Z4rxFcXH9wfvuK8c36Ks-U5mnIgWSiKBjAUw&_hsmi=48792276


21
Test di screening per la sindrome da affaticamento cronico sono già per strada. 2016.
Screening Test For Chronic Fatigue Syndrome On Its Way.
Da Griffith University. ProHealth.

La rivoluzionaria ricerca presso Griffith University in sindrome da stanchezza cronica (CFS) sta aprendo la strada per lo sviluppo di un nuovo strumento di screening per la condizione. Il team di ricerca del Centro Nazionale di Neuroimmunologia e Malattie Emergenti (NCNED), Menzies Health Institute del Queensland, ha identificato nuovi marcatori che possono essere utilizzati per lo screening dei pazienti e ora sta cercando di collaborare con le società di diagnostica per portare un test per il commercio. Il test di screening è previsto a beneficio di tutti quelli con sintomi della malattia.

“Negli ultimi quattro anni, con il sostegno del Governo del Queensland e donatori filantropici, abbiamo identificato i marcatori unici nei pazienti con CFS,” dice il professor Marshall-Gradišnik.

“Questo test di screening può essere destinato a diventare uno standard di laboratorio per fornire più certa, ed economica, la diagnosi per la CFS.” Attualmente i pazienti possono essere sottoposti a una serie di test per la diagnosi di CFS che comporta un costo rilevante per il sistema sanitario.
[…]
“Questa malattia è stata tradizionalmente difficile da diagnosticare, il che significa che la gente può andare per mesi senza ottenere la cura e l’attenzione di cui hanno bisogno. Siamo sicuri che il nuovo test di screening attualmente in fase di sviluppo fornirà lo screening efficace e sempre più accurati per le persone con CFS. Questo test può anche essere usato per monitorare e tenere la traccia della progressione della loro malattia”, dice il professor Staines.

[…]

http://www.prohealth.com/library/showarticle.cfm?libid=27381&B1=EM012517C&utm_campaign=Email+-+Newsletter+-+CFS&utm_source=hs_email&utm_medium=email&utm_content=41253777&_hsenc=p2ANqtz-9ThD3hvotx9MlhEY0Hc4izwZeA9XRgJzR3AI1L-YuD3i2hhmfEwQYE5gRO_ZqSe5vWDGcZCgN6tWQAbItQLIP081hJ9A&_hsmi=41253777


20
Identificato segno chimico unico nella Sindrome da Affaticamento Cronico. 2016.
Unique Chemical Signature in Chronic Fatigue Syndrome Identified.
Da Psychiatry Advisor.
   In uno studio progettato per testare l’utilità di metabolomici mirati per la diagnosi di encefalomielite mialgica/sindrome da stanchezza cronica (ME/CFS), i ricercatori hanno identificato un segno chimico unico che differenzia i pazienti affetti da individui sani.
[…]
“È lo studio più importante e innovativo della ME/CFS fino ad oggi. Estendere recenti indicazioni di alterazioni metaboliche nella ME/CFS, questo studio fornisce la prima dimostrazione quantitativa completa delle carenze metabolomiche che caratterizzano la malattia.”
[…]
http://www.psychiatryadvisor.com/news/metabolomic-deficiencies-provide-unique-chemical-signature-in-chronic-fatigue-syndrome/article/573003/

19
Collegamento tra il DNA e dolore cronico diffuso. 2016.

 

Link between DNA and chronic widespread joint paint.

Da Medical Press.

Gli scienziati del King College di Londra, finanziato dalla caritas di Arthritis Research UK, hanno trovato un legame tra i cambiamenti in segni sulla parte esterna del DNA (epigenetica) e dolori articolari diffusi cronici, uno dei principali sintomi della fibromialgia. La fibromialgia è una condizione cronica comune a lungo termine che provoca stanchezza e dolore diffuso nei muscoli e ossa.
[…]
La dott.ssa Frances Williams, uno degli autori dello studio da parte del Dipartimento di Twin Research and Genetic Epidemiology ha detto: “La fibromialgia è influenzata da fattori genetici, ma ci sono molti passi complicati tra geni e malattie. Identificare collegamenti misurabili epigenetici è un importante passo in avanti. Inoltre, i risultati informeranno la ricerca futura nella fibromialgia nonché altre sindromi da dolore cronico, come la sindrome dell’intestino irritabile.”
Stephen Simpson, direttore del programma di ricerca dell’Arthritis Research UK ha anche commentato la ricerca: “Ci sono milioni di persone nel Regno Unito che vivono con il dolore di fibromialgia. Questa ricerca davvero emozionante è un importante passo avanti nella nostra comprensione di come le differenze epigenetiche tra gli individui possano influenzare la nostra probabilità di sviluppare la fibromialgia e diffusione del dolore cronico.”
[…]

http://medicalxpress.com/news/2016-11-link-dna-chronic-widespread-joint.html


18
Cerotto di Cannabis contro il dolore per la fibromialgia è vivamente previsto. 2016.

Cannabis Pain Patch for Fibromyalgia is Greatly Anticipated.

Da Fibromyalgia News.

[…]
I cerotti, che non sono ancora disponibili per l’acquisto o prescrizione, rilasciano cannabis medicinale direttamente sulla pelle che fornirà sollievo dal dolore giorno e notte, e potrebbe significare la libertà dalle opzioni farmaceutiche tradizionali che i pazienti con fibromialgia devono attualmente prendere.
[…]
I cannabinoidi hanno dimostrato di aiutare con il sollievo dal dolore e sono stati utilizzati nella medicina tradizionale per migliaia di anni. Con la legislazione vigente in materia di farmaci a base di cannabis che cambiano giorno per giorno negli Stati Uniti e in tutto il mondo, possiamo solo sperare che non sia troppo lunga l’attesa prima che questo tipo di trattamento naturale sia disponibile per tutti coloro che soffrono di dolore cronico che la fibromialgia porta tutti i giorni.
[…]

http://fibromyalgianewstoday.com/social-clips/2016/11/07/cannabis-pain-patch-for-fibromyalgia-is-greatly-anticipated/?utm_source=FM+E-mail+List&utm_campaign=4158c89995-RSS_WEEKLY_EMAIL_CAMPAIGN_THURSDAY&utm_medium=email&utm_term=0_466e2e0f56-4158c89995-71759637


17
Anomalie metabolite individuate nella sindrome da stanchezza cronica. 2016.
Metabolite abnormalities pinpointed in chronic fatigue syndrome.
Da Chemical & Engineering News.
[…]
Uno studio metabolomico rivela un segno chimico caratteristico della condizione nel plasma sanguigno di persone con CFS. Il lavoro potrebbe portare a un test diagnostico per la CFS e aiutare la comprensione della sua biologia di base e la causa.
[…]
I ricercatori hanno utilizzato un liquido spettrometro di cromatografia di massa per analizzare 612 metaboliti provenienti da 63 vie biologiche nel plasma sanguigno di 84 uomini e donne, 45 dei quali hanno la CFS. Dei 63 percorsi, 20 sono stati nettamente perturbati nei soggetti con CFS rispetto ai soggetti non-CFS. Nove di queste anomalie percorse erano comuni a uomini e donne con CFS-diagnosticata, mentre 11 hanno mostrato differenze di genere. Le più grandi variazioni di metaboliti CFS-correlate sono state le diminuzioni diffuse in concentrazioni di sfingolipidi e glicosfingolipidi. La maggior parte delle riduzioni erano simili alla diminuzione delle concentrazioni di metabolita che si verificano in dauer, una risposta sul verme ben studiato nello stress ambientale.
[…]
http://cen.acs.org/articles/94/i36/Metabolite-abnormalities-pinpointed-chronic-fatigue.html

16
La diagnosi della fibromialgia potrebbe essere possibile utilizzando un esame dell’occhio non invasivo. 2016.
Diagnosing Fibromyalgia May Be Possible Using Noninvasive Eye Examination.

Da Fibromialgia News Today, PloS One.

[…]
Pubblicato sulla rivista PLoS ONE, i ricercatori hanno rivelato che un esame non invasivo dell’occhio può aiutare nella diagnosi della fibromialgia.
Le tecniche di immagini come la risonanza magnetica sono in grado di rilevare i cambiamenti neurali nelle regioni del cervello collegate al dolore dei pazienti affetti da fibromialgia. Tuttavia, questi tipi di esami sono costosi e non sempre disponibili in pratiche cliniche. Questo ha portato i ricercatori a indagare nella perdita visiva nei pazienti con fibromialgia, dal momento che è un segno distintivo di disfunzione neurale facilmente rilevato dal test di routine.
[…]
I ricercatori hanno utilizzato tomografia a coerenza ottica (OCT) per misurare uno strato di fibre nervose che ricopre l’occhio, noto come strato delle fibre nervose retiniche (RNFL).
“I test oftalmologici descritti in questo studio consentono attraverso l’occhio che viene utilizzato come “finestra” per il sistema nervoso centrale, nello specifico per osservare direttamente gli assoni del nervo ottico,” hanno scritto gli autori nel loro rapporto.
[…]

http://fibromyalgianewstoday.com/2016/09/09/fibromyalgia-diagnosis-using-noninvasive-eye-examination?utm_source=FM+E-mail+List&utm_campaign=a66d969922-RSS_WEEKLY_EMAIL_CAMPAIGN&utm_medium=email&utm_term=0_466e2e0f56-a66d969922-71759637

 


 

15

La Terapia Ai Chi Acquatica è Vista Come Riduzione Considerevole del Dolore nei Pazienti con Fibromialgia. 2016.

Aquatic Ai Chi Therapy Seen to Considerably Reduce Pain in Fibromyalgia Patients.

Da  International Journal of Rheumatic Diseases, Fibromyalgia News Today.

Una terapia acquatica conosciuta come Ai Chi può aiutare a migliorare la qualità mentale e salute fisica, e della vita in generale, nelle persone con fibromialgia, secondo uno studio recentemente pubblicato sulla rivista International Journal of Rheumatic Diseases.
Ai Chi è caratterizzato da una serie di movimenti lenti in acqua, effettuati in una sequenza progressiva di difficoltà crescente e accompagnate con respirazione profonda. È usato per la ricreazione, relax, fitness e riabilitazione fisica. Il Clinical Ai Chi è una forma più specializzata, utilizzata per applicazioni terapeutiche specifiche.

[…]

http://fibromyalgianewstoday.com/2016/07/28/aquatic-ai-chi-reduce-pain-fibromyalgia/


14
Più vicino a una piena comprensione della sindrome da affaticamento cronico. 2016.
Closer to a Full Understanding of Chronic Fatigue Syndrome.

Griffith University, Pro Health, Biological Research.

Comunicato Stampa: Griffith University, 9 giugno 2016. Una nuova scoperta per la causa della sindrome da affaticamento cronico (CFS) è stata identificata dai ricercatori della Griffith University che dicono che stiano ottenendo una comprensione completa molto più vicina di questa condizione invalidante. Questa è la notizia di un team presso il Centro Nazionale di Neuroimmunologia e Malattie Emergenti presso il Menzies Health Institute del Queensland, dove un gruppo di ricerca ha identificato i danni significativi nella funzione cellulare delle persone con CFS.
[…]
“I recettori TRPM3 sono stati individuati in queste particolari cellule immunitarie, non solo per la prima volta nelle persone sane, ma hanno anche dimostrato di essersi significativamente ridotte in pazienti con CFS/ME,” dice il professor Sonya Marshall-Gradišnik che sta conducendo lo studio.

[…]

http://www.prohealth.com/ME-CFS/library/showArticle.cfm?libid=29038&B1=EM062916C&B3=EM062916C&


 

13

Le trasfusioni di sangue possono causare ME/CFS? 2015.Can Blood Transfusions Cause ME/CFS?

Da Massachusetts CFIDS/ME & FM Association.

   Da Sydney, Australia: Una squadra di ricerca dice “sì”. Il dott. Kenny De Meirleir, belga, ha spiegato a un paziente olandese con ME/CFS di lunga data che il suo test enzima RNase-L ha mostrato un alto livello di attivazione virale coerente con Encefalomielite Mialgica/Sindrome da Stanchezza Cronica (ME/CFS). “Ora capiamo la base immunologica della sindrome da stanchezza cronica (CFS),” ha detto. “A causa del test RNAse-L, è certo che la tua malattia abbia una base virale.”
Esprimendo la sua preoccupazione che la ME/CFS possa essere contagiosa, il paziente ha chiesto al medico circa la possibilità di infettare gli altri attraverso il contatto casuale. “Io non la penso così”, rispose il dottor De Meirleir. “Ma emoderivati ​​possono trasmetterle; siamo sicuri che abbiamo un numero piuttosto elevato di pazienti con CFS che sono diventati malati subito dopo la trasfusione”.
[…]
“Questi risultati indicano la direzione di una causa trasmissibile in questo sottogruppo di pazienti con CFS in cui l’insorgenza acuta è stata temporaneamente legata alla trasfusione di sangue. Come i virus ed, eventualmente, altri microrganismi sembrano essere in grado di innescare un esordio acuto di CFS, e [perché ] la disfunzione di RNAse-L sembra essere relativa preferibilmente alla CFS, non arriva come vera sorpresa che i ricevitori di una trasfusione di sangue, essendo spesso in uno stato indebolito, [possano] sviluppare la CFS. Abbiamo quindi consigliato i pazienti con CFS di non essere donatori di sangue e in secondo luogo, [consigliano] che la somministrazione di trasfusioni di sangue… [deve avvenire] solo quando è strettamente necessario e non come una procedura standard (ad esempio, dopo la nascita di un bambino)”.

 

 


12
Speranza iperbarica per chi soffre di fibromialgia. 2015.
Hyperbaric hope for fibromyalgia sufferers.
Da Rice University, Texas, USA.

La Rice University in parte di uno studio con Israele testano nuova terapia per quella condizione poco compresa.

Le donne che soffrono di fibromialgia beneficiano di un regime di trattamento in una camera iperbarica, secondo i ricercatori della Rice University e istituti in Israele.

Uno studio clinico che coinvolge donne con diagnosi di fibromialgia ha dimostrato il miglioramento della dolorosa condizione in ognuno dei 48 che hanno completato due mesi di terapia con ossigeno iperbarico. Scansioni del cervello delle donne prima e dopo il trattamento hanno dato credito alla teoria che le condizioni anomale nelle zone-dolore legato del cervello possono essere responsabili della sindrome.

I risultati dello studio appaiono in accesso pubblico nella rivista PLoS ONE.

La fibromialgia è una sindrome di dolore cronico che può essere accompagnata da, e forse legato ad, altre condizioni fisiche e mentali, che comprendono stanchezza, deterioramento cognitivo, sindrome dell’intestino irritabile e disturbi del sonno.

[…]


11
Forse un’infezione virale dietro la sindrome da stanchezza cronica. 2015.
Da Fondazione Umberto Veronesi.
   La definizione clinica è recente e risale ad appena vent’anni fa. Ma la sindrome da stanchezza cronica (Cfs) sarebbe tutt’altro che rara. Dalle prime linee guida sulla sua gestione emerge come la fatica corrisponda al 25% delle segnalazioni che riceve un medico di famiglia. E stando ai rilievi epidemiologici che giungono dagli Stati Uniti (a soffrirne sarebbero circa mezzo milione di persone), non è irrealistico calcolare in circa duecentomila i malati in Italia: soprattutto donne tra i 20 e i 40 anni.
CFS: COSA SAPPIAMO? – Chi soffre di stanchezza cronica? È difficile dirlo, perché a oggi la conoscenza è ancora incompleta e molti indizi lasciano pensare che si tratti di una malattia complessa. Ipotiroidismo, epatite B o C cronica, tumori, depressione, schizofrenia, demenza, anoressia nervosa, abuso di sostanze alcoliche: tutte queste condizioni possono giustificare i sintomi (stanchezza, dolori muscolari, disturbi del sonno, cefalea, difficoltà nella concentrazione, indolenzimento dei linfonodi cervicali e ascellari) accusati dal paziente che soffre di stanchezza cronica. Per procedere alla diagnosi, in assenza di “marker” specifici, occorre escludere una di queste malattie e riscontrare almeno quattro delle condizioni indicate. Dopodiché sulle cause restano diversi aspetti da chiarire. «Una delle ipotesi più accreditate riguarda l’origine virale – afferma Eligio Pizzigallo, ordinario di malattie infettive all’Università di Chieti, intervenuto nel corso del convegno per il decennale della nascita dell’Associazione dei pazienti (Amcfs) -. Tra gli agenti implicati potrebbe esserci il virus di Epstein-Barr, responsabile della mononucleosi, che spesso si riscontra nel momento in cui si diagnostica la malattia»…
[…]

10

Semplificare il supporto nutrizionale nella CFS e fibromialgia. 2015.

Simplifying Nutritional Support in CFS & Fibromyalgia.

 

Da Pro Health.

Spesso la gente chiede “Di quale vitamina o minerale ho bisogno?” La risposta, in poche parole, è “Tutti!”

Fortunatamente, non c’è bisogno di far parte della “manciata club”, dove si prendono manciate di pillole ogni giorno, per ottenere quello che vi serve. Può essere fatto molto facilmente con una bevanda e da 2 a 5 pillole al giorno.

Cominciamo con l’esplorazione del perché ad alta potenza è così importante il supporto nutrizionale nei soggetti con la CFS/fibromialgia:
Con la metà delle calorie nella nostra dieta moderna provenienti da zucchero, farina e grassi, che sono calorie vuote e sono stati spogliati di nutrienti, la maggior parte degli americani hanno perso oltre la metà delle vitamine e dei minerali che dovrebbero esserci sempre, prima ancora di uscire dal cancello di partenza.

In realtà, questa è la prima volta nella storia umana in cui una grande percentuale della popolazione è sia obesa che malnutrita allo stesso tempo.

La fibromialgia è associata ad un aumento del fabbisogno di nutrienti. Questo si verifica per una serie di ragioni che vedremo di seguito. A causa di questo, le RDA (che io chiamo il ridicolo Dietary Allowances) sono spesso del tutto inadeguate per le persone con CFS e fibromialgia.

Per causa delle infezioni intestinali, il cattivo assorbimento delle sostanze nutritive è anche una preoccupazione.

[…]


9
Indirizzi di organizzazioni per la CFS./ME.
National and international CFS/ME organizations.

8

Un svolta nella Fatica Cronica offre la speranza per milioni. 2015.

Chronic fatigue breakthrough offers hope for millions.

 

Da New Scientist.

   Incompreso e trascurato per più di 25 anni, vi è un tratto di nuova speranza per le persone con diagnosi di ciò che è stato una volta crudelmente chiamato “influenza yuppy”. Avere una condizione che nessuno capisce è già abbastanza grave. Avere qualcosa che molti dubitano anche l’esistenza è peggio. Eppure questo è stato il destino poco invidiabile di milioni di persone con diagnosi di sindrome da stanchezza cronica. La CFS è entrata nel lessico medico nel 1988 per descrivere un gruppo di sintomi senza una causa evidente che i medici stavano vedendo nella zona di Lake Tahoe del Nevada. Il sintomo principale è stata stanchezza debilitante, ma la gente ha anche lamentato del mal di gola, mal di testa, dolori muscolari e varie altre manifestazioni di malessere generale.

La mancanza di una causa biologica chiara, la confusione dei sintomi e il fatto che molte delle persone diagnosticate fossero giovani professionisti hanno aperto la porta a una campagna diffamatoria. I media si sono affrettati a doppiare CFS “yuppie flu”. […]

7
Muffa nera tossica: brutta, sì, ma quanto è pericolosa? 2015.

Toxic Black Mold: Ugly, Yes, But Really How Dangerous?

 

Da Whole Health Chicago, The Center of Integrative Medicine.

Credo che la muffa nera ci renda nervosi perché possiamo vedere che è aggrappata al fondo della tenda della doccia, in agguato negli angoli del seminterrato di recente allagato. È quasi l’aspetti a pulsare o fare un rumore vago, uno ronzio.

Tuttavia, molto più pericoloso come un pericolo per la casa è il radon, gas radioattivo, ma perché è invisibile e inodore che è fuori dalla vista e dalla mente, quindi non siamo bloccati nella paura al pensiero di come facciamo così come con la melma nera nei nostri bagni.

[…]

Diagnosi controverse.
Questo pone la sindrome di muffa tossica in accordo con altre diagnosi controverse tra cui Candida (lievito opportunistico), Lyme cronica, Epstein-Barr, Human Herpesvirus – 6 (HHV-6), Mycoplasma, e il nuovo virus XMRV, l’ultima causa della sindrome da stanchezza cronica.

[…]
6

Studi australiani individuano il possibile problema del gene nella Sindrome da Fatica Cronica. 2015.

Australian study pinpoint possible gene issues in Chronic Fatigue Syndrome.

 

Da ProHealth.

   Gran parte delle attività in cellule nervose è regolata da canali molto piccoli che regolano il flusso di ioni come calcio, sodio e magnesio dentro o fuori delle cellule.

Danno problemi del sistema nervoso centrale nella ME/CFS e FM, i canali ionici hanno ruolo chiaro nella produzione di una maggiore sensibilità al dolore e stimoli, che sembrerebbe essere un bersaglio ovvio per i ricercatori. Questo studio, anche se, dal gruppo australiano NCNED, è la prima che si concentra su di essi in ME/CFS.

 

[…]

 


 

5

Disfunzione cognitiva in adolescenti con fatica cronica: uno studio trasversale. 2015.

Cognitive dysfunction in adolescents with chronic fatigue: a cross-sectional study.

Da Archives of Disease in Childhood.

Obiettivo: Per confrontare la funzione cognitiva negli adolescenti con fatica cronica con la funzione cognitiva nei controlli sani (HC).

[…]

 

http://adc.bmj.com/content/early/2015/03/19/archdischild-2014-306764.full

 


4
Uno studio mostra il perché fare esercizio fisico amplifica la stanchezza in pazienti con Sindrome da Fatica Cronica. 2015.
Study shows why exercise magnifies exhaustion for chronic fatigue syndrome patients.

Da Medical Press.
Il meccanismo che causa negli atleti ad alte prestazioni a “sentire il bruciore” risulta essere il colpevole in ciò che rende le persone con sindrome da stanchezza cronica sentirsi esausti dalle attività quotidiane più comuni, la nuova Università della Florisa mostra la ricerca.
Pubblicato nel numero di febbraio della rivista Pain, lo studio dimostra che i percorsi neurali che trasmettono sensazioni di stanchezza al cervello potrebbero essere la causa. Nelle persone con sindrome da fatica cronica, quei percorsi fanno il loro lavoro molto bene.

I risultati forniscono per la prima volta anche la prova che i tessuti periferici come i muscoli contribuiscono alla sensazione di fatica. Determinare le origini di stanchezza potrebbe aiutare i ricercatori a sviluppare terapie o identificare obiettivi per quelle terapie.

[…]

http://medicalxpress.com/news/2015-03-magnifies-exhaustion-chronic-fatigue-syndrome.html


3
Fibromialgia? La Medicina Cinese può diagnosticarla e curarla con successo. 2015.

Da Lungavitaterapie.

La malattia nota con il nome di fibromialgia è caratterizzata dalla presenza di dolori muscolari generalizzati.
È una patologia difficile, sia da diagnosticare – passano da tre ai cinque anni per una diagnosi accurata – che da trattare. La moderna ricerca scientifica fa risalire i sintomi della malattia a un’alterata produzione di specifici neurotrasmettitori, specie della sostanza P, della serotonina e del triptofano.
Per attuare la terapia la Medicina Occidentale ricorre a farmaci sintomatici – analgesici, antinfiammatori e agli antidepressivi. Viene anche suggerita la pratica di esercizi fisici finalizzati a contrastare l’accorciamento tendino muscolare e favorire il tono muscolare.
La Medicina Cinese, non identifica uno ma più quadri patologici corrispondenti alla malattia etichettata con il nome di Fibromialgia, ognuno ben caratterizzato sia dall’origine che da un insieme di segni e sintomi specifici, il cui unico comune denominatore è la presenza sistemica di dolore localizzato nei muscoli e nei tendini del corpo. La diagnosi differenziale puntuale dei vari quadri clinici è la premessa indispensabile per una terapia efficace di questa malattia…

 

[…]

2

Sindrome da Fatica Cronica relazionata alla menopausa precoce. 2015.

Chronic Fatigue Syndrome linked to early menopause.

Da News Max Health.
   C’è un legame tra la menopausa precoce e sindrome da stanchezza cronica (CFS), un nuovo studio lo suggerisce. I risultati possono aiutare a spiegare perché le donne hanno da due a quattro volte più probabilità di avere CFS rispetto agli uomini, e perché la condizione è più comune tra le donne tra i 40 anni, i ricercatori provenienti dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno detto.
[…]

http://www.newsmax.com/health/Health-News/menopause-early-chronic-fatigue/2015/02/05/id/623032/

 


1

Sindrome da fatica cronica: è una malattia biologica e non psicologica. 2015.

Da Medi Magazine.
   I ricercatori del Center for Infection and Immunity a Mailman School of Public Health dell’Università della Columbia, hanno identificato cambiamenti immunitari distinti in pazienti affetti da sindrome da stanchezza cronica, nota come encefalite mialgica.
I risultati di questo studio potrebbero contribuire ad una migliore diagnosi ed identificare le opzioni di trattamento per questo disturbo invalidante, i cui sintomi variano da estrema stanchezza a difficoltà di concentrazione, mal di testa e dolori muscolari.
Queste firme immunitarie rappresentano la prima robusta evidenza che la sindrome da stanchezza cronica è una malattia biologica e non una malattia psicologica, contrariamente a quanto ritenuto fino ad oggi.Lo studio è stato pubblicato in Science Advances.
I ricercatori hanno determinato i livelli di 51 biomarker immunitari in campioni di plasma sanguigno prelevati da 298 pazienti affetti da sindrome da stanchezza cronica e 348 controlli sani, in due studi multicentrici ed hanno trovato aumentate quantità di molti tipi diversi di  molecole immunitarie chiamate citochine. L’associazione era insolitamente forte con una citochina chiamata interferone gamma che è stata collegata alla fatica che segue molte infezioni virali come l’infezione dal virus Epstein-Barr (la causa della mononucleosi infettiva). La gravità dei sintomi della malattia è stata spiegata dai livelli di citochine…
[…]

 

 


 

 

Consenso Canadese linee guida per la diagnosi tradotte in italiano.

 

Da Cfsfibromialgiamcs.

   Definizione. Encefalomielite mialgica e “sindrome da fatica cronica” sono usati in maniera interscambiabile e ci si riferisce a questa malattia come ME/CFS. La Me/cfs e’ una malattia multi-sistemica fisiopatolgica acquisita che si verifica sia un forme sporadiche che endemiche. L’ encefalomielite mialgica ( ICD 10 G93.3) che inculde la CFS, è classificata, come malattia neurologica, nella ClassificazioneInternazionale delle Malattie (International Classification of DiseasesICD) dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (World Health OrganizationWHO). La Fatica Cronica non deve essere confusa con la ME/CFS perché la “fatica” della ME/CFS rappresenta un collasso fisiopatologico ed è soltanto uno dei molti sintomi. Convincente evidenza delle ricerche delle anomalie fisiologiche e biochimiche identifica la ME/CFS come un disordine clinico e biologico distinto.Eziologia. La maggior parte dei pazienti godevano di uno stile di vita sano e attivo prima della insorgenza dellaME/CFS. L’importanza di un coinvolgimento virale è supportata da frequenti inneschi infettivi. Elevati livelli di una grande varietà di patogeni intracellulari suggeriscono che una disfunzione nella risposta dell’organismo alle infezioni giochi un ruolo significativo. La presenza di complessi immuni attivati è indicata dall’attivazione di alti livelli di linfociti T; la scarsa funzionalità cellulare dalla bassa attività citotossica della cellula Natural Killer 2 . Ci sono scoperte confermate di regolazione biochimica, in molti casi, del meccanismo di difesa antivirale 25° sintetasi/ribonucleasi L (RNase L) nei monociti 3,4 . Altri eventi possono essere prodomici tra i quali vaccinazione, anestetici, traumi fisici, esposizione a inquinanti ambientali, sostanze chimiche e metalli pesanti, e, raramente, trasfusioni di sangue. Spesso si verifica un deterioramento rapido e drammatico in casi di insorgenza acuta mentre altri hanno un’insorgenza graduale concause non palesi. In aggiunta alle cause infettive, potrebbe essere considerata una predisposizione 5 genetica quando più di uno dei membri separati di una famiglia ne siano colpiti.
“La sindrome da stanchezza cronica encefalo mielite mialgica (CFS/me ) è stata descritta come “ una costellazione di disfunzioni multi sistemiche che coinvolgono  il sistema nervoso, il sistema endocrino e il sistema immunitario…”
[…]