Sclerosi Multipla (MS)

 

“Investigatori Collaboratori d’Atara Bio stanno per presentare i risultati interim della Fase 1 della versione ATA 188 Autologo in pazienti con Sclerosi Multipla Progressiva (MS).”
“Atara Bio’s Collaborating Investigators to Present Interim Results from Phase 1 Trial of the Autologous Version of ATA188 in Patients with Progressive Multiple Sclerosis (MS).”
South San Francisco, California, 17 marzo 2017 (GLOBE NEWSWIRE) – Atara Biotherapeutics, Inc. (Nasdaq: ATRA), una società biofarmaceutica impegnata nello sviluppo di terapie significative per pazienti con esigenze mediche particolari in malattie che hanno visto l’innovazione terapeutica limitata, ha annunciato oggi che i risultati della fase intermedia 1 prova da autologo, mirati per l’Epstein-Barr Virus (EBV) specifico linfociti T citotossici (CTL), o la versione autologo di ATA188, sarà presentata dai suoi ricercatori che collaborano presso il QIMR Berghofer Medical Research Institute e l’Università di Queensland durante il 69° Academy of Neurology (AAN) Annual Meeting. L’incontro si svolgerà a Boston, Massachusetts, dal 22-28 Aprile 2017.
Il miglioramento clinico sintomatico e obiettivo in pazienti con sclerosi multipla progressiva trattati con terapia autologa cellulare T specifica per il virus di Epstein-Barr: risultati interim di uno studio di fase I
Il programma emergente scientifico sottolinea ricerche neuroscienze in corso di carattere straordinario, che garantisce la presentazione accelerata. Emergenti riassunti scientifici hanno aspetti chiave della ricerca condotta dopo l’originale termine riassuntivo di presentazione.
[…]
https://www.globenewswire.com/news-release/2017/03/17/940893/0/en/Atara-Bio-s-Collaborating-Investigators-to-Present-Interim-Results-from-Phase-1-Trial-of-the-Autologous-Version-of-ATA188-in-Patients-with-Progressive-Multiple-Sclerosis-MS.html

“L’Atara Biotherapeutics studia i links di infezione da Epstein-Barr Virus con la Sclerosi Multipla (SM).”
“Atara Biotherapeutics study links Epstein-Barr Virus infection with MS.”
Da Multiple Sclerosis News Today.
Analisi di campioni cerebrali post-mortem da pazienti con sclerosi multipla (SM) e individui sani (senza malattia neurologica) hanno mostrato che, mentre i segni dell’infezione da virus di Epstein-Barr (EBV) sono presenti in entrambi i gruppi di cervelli, le cellule immunitarie EBV-positive erano più prevalenti e densamente popolate nel cervello della SM.
[…]
Hanno rilevato segni di presenza dell’EBV nel 93% dei campioni cerebrali di SM, ma anche nei controlli, sebbene in misura minore (78%).
L’EBV infetta le cellule B immunitarie, e i risultati hanno mostrato che l’85% dei campioni di SM del cervello conteneva una percentuale più elevata di cellule B positive per l’RNA codificato con l’EBV. Al contrario, quasi nessuna di queste cellule è stata trovata nei campioni di cervello dai controlli.
[…]
https://multiplesclerosisnewstoday.com/2018/06/19/atara-biotherapeutics-study-links-epstein-barr-virus-infection-with-ms/

“Sclerosi multipla: dieta salutare legata a un rischio inferiore.” 2018.
“Multiple sclerosis: Healthful diet tied to lower risk.
Da Medical News Today.
   Questa fu la conclusione che i ricercatori australiani arrivarono dopo aver studiato i legami tra la dieta e la demielinizzazione del sistema nervoso centrale (SNC), che è spesso il primo stadio della sclerosi multipla (SM).
[…]
https://www.medicalnewstoday.com/articles/322800.php?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_country=IT&utm_hcp=no&utm_campaign=MNT%20Weekly%20%28non-HCP%20non-US%29%20-%20OLD%20STYLE%202018-08-22&utm_term=MNT%20Weekly%20News%20%28non-HCP%20non-US%29

“Nebbia cerebrale: cause e come far fronte”. 2017.
“Brain fog: Causes and how to cope.”
Da Medical News Today.
   La nebbia cerebrale influenza una varietà di processi mentali, tra cui la memoria e la concentrazione. Può essere un sintomo di una condizione medica o può essere correlato a fattori di stile di vita, come lo stress o la dieta. Scopriamo di più le cause di questo problema frustrante e suggeriamo idee su come far fronte quando succede.
Cos’è la nebbia cerebrale?
La nebbia del cervello può far sentire una persona come se i processi di pensiero, comprensione e ricordo non funzionassero come dovrebbero.
Diverse funzioni cerebrali possono essere influenzate dalla nebbia cerebrale, tra cui:
– memoria, che consente di memorizzare e richiamare le informazioni.
– la capacità di usare e capire la lingua.
-elaborazione delle informazioni, che aiuta la comprensione e l’attenzione.
– abilità visive e spaziali utilizzate nel disegno, nel riconoscere forme e nello spazio.
– abilità di calcolo.
– abilità di funzionamento esecutivo utilizzate per l’organizzazione, la risoluzione di problemi e la pianificazione.
   Se una o più di queste funzioni è compromessa, qualcuno potrebbe avere difficoltà a capire, trovare difficoltà a concentrarsi, dimenticare le cose e provare affaticamento mentale.
[…]
   Altre cause mediche.
Oltre alla SM, molte altre condizioni mediche possono causare la nebbia del cervello.
   Le condizioni a lungo termine, come la fibromialgia, che causa dolore in tutto il corpo o la sindrome da stanchezza cronica, che provoca una grave stanchezza, spesso causano problemi di concentrazione o memoria.
La depressione è un disturbo dell’umore grave che influenza il modo in cui una persona pensa e sente. Problemi con la memoria, la concentrazione e il processo decisionale possono contribuire alla sensazione di nebbia cerebrale.
   Una persona depressa può anche avere problemi di sonno e mancanza di energia, che può rendere difficile la concentrazione e il completamento dei compiti.
[…]
https://www.medicalnewstoday.com/articles/320111.php?utm_source=newsletter&utm_medium=email&utm_campaign=weekly


“Epstein-Barr virus, citomegalovirus e suscettibilità alla sclerosi multipla.” 2017.
“Epstein-Barr virus, cytomegalovirus, and multiple sclerosis susceptibility.”
Da Neurology, The Official Journal of the American Academy of Neurology.
   Per determinare se la sieropositività del virus Epstein-Barr (EBV) o cytomegalovirus (CMV) siano associate alla sclerosi multipla (MS), negli afroamericani e negli ispanici, e in quale misura si estende l’ipotesi d’igiene o dell’allattamento al seno, potrebbero spiegare tali risultati. L’EBV e il CMV sono stati associati al rischio SM nei bianchi e la frequenza e il tempo di entrambi i virus variano i fattori implicati nell’ipotesi d’igiene.
[…]
http://www.neurology.org/content/early/2017/08/30/WNL.0000000000004412.short
 

“C’è una maggiore evidenza che collega i virus al rischio SM.” 2017.
“There is Increased Evidence Linking Viruses to MS Risk.”
Da Multiple Sclerosis Today.
   Si pensa che la sclerosi multipla (MS) sia causata da fattori genetici, ma i segnali ambientali sono sempre più riconosciuti per avere un impatto sull’insorgenza e lo sviluppo della malattia. Un fattore ambientale suggerito per svolgere un ruolo nella SM è gli agenti infettivi, come i virus. Ora, diverse squadre di scienziati hanno esplorato il potenziale collegamento tra diversi virus e il rischio per la SM.
[…]
.https://multiplesclerosisnewstoday.com/2017/02/24/actrims2017-s4-session-4-microbial-infections-ms-s4-1-s4-2-s4-3/

“La ricerca mostra che l’Epstein-Barr virus può infettare i neuroni del cervello.” 2016.
“Research Shows Epstein-Barr Virus Can Infect Brain Neurons.”
Da University of Pennsylvania, Perelman School of Medicine.
Riassunto:
Per anni, i ricercatori hanno notato un legame allettante tra alcune condizioni neurologiche e alcune specie di virus dell’herpes. Nei pazienti con malattia di Alzheimer, sclerosi multipla, e atassia cerebellare, tra le altre neuropatie, il liquido cerebrospinale abbonda di virus di Epstein- Barr (EBV). Tuttavia, la natura di tale legame è rimasta poco chiara, come si è supposto che l’EBV, così come altri virus della stessa sottofamiglia, detti gammaherpesviruses, non possano infettare i neuroni.
Ora, grazie ai ricercatori della Scuola di Medicina di Perelman all’Università della Pennsylvania, i ricercatori in questo campo sanno di più. Erle S. Robertson, PhD, professore di Microbiologia e Otorinolaringoiatria e Direttore di Virologia Tumorale programma di formazione presso l’Abramson Cancer Center e colleghi hanno pubblicato su mBio questa settimana che l’EBV e un virus correlato, sarcoma di Kaposi, associato all’herpesvirus (KSHV), può infettare e replicarsi in entrambi i neuroni in coltura e primari.
[…]
http://www.msunites.com/blog/2016/01/12/research-shows-epstein-barr-virus-can-infect-brain-neurons/

“Sclerosi multipla e Diabete, trovate le infezioni che le causano: la scoperta di un’équipe dell’università di Sassari.” 2016.
Da L’Unione Sarda.it
   Alcune infezioni possono contribuire all’insorgenza di patologie autoimmuni quali la Sclerosi multipla e il Diabete di tipo 1, sia in età adulta che in età pediatrica, ad altissima incidenza in Sardegna.
Lo confermano due nuovi studi di un’équipe di ricerca di Microbiologia del Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università di Sassari, guidata dal professor Leonardo Sechi, approdati sulle pagine della rivista Scientific Reports – Nature.
La Paratubercolosi dei ruminanti e il virus di Epstein Barr. Il Mycobacterium avium subspecies paratubercolosis (Map), ossia il batterio che causa la Paratubercolosi nei ruminanti, e il virus Epstein Barr, responsabile della mononucleosi infettiva nell’uomo, sono stati associati dai ricercatori al Diabete di tipo 1 e alla Sclerosi multipla rispettivamente, sulla base di studi che vanno avanti da anni e che gli ultimi esperimenti hanno avvalorato. “La scoperta indica la necessità di dotarsi di piani efficaci di controllo delle infezioni, in particolare della Paratubercolosi – spiega Leonardo Sechi – Infatti, il Map è un patogeno altamente resistente, diffuso in circa il 50-60 per cento degli allevamenti in Sardegna”.
Le due infezioni possibili concause della Sclerosi multipla. L’articolo più recente è uscito oggi, 9 marzo 2016, e riguarda l’associazione fra il Map, il virus di Epstein Barr (EBV) e antigeni omologhi dell’uomo coinvolti nella Sclerosi Multipla (la proteina basica della Mielina e l’IRF5). “Lo studio ha evidenziato la presenza di anticorpi contro questi antigeni sia nel sangue periferico, sia nel liquido cerebrospinale dei pazienti affetti da Sclerosi Multipla – spiega Giuseppe Mameli, ricercatore del Dipartimento di Scienze Biomediche e primo autore dell’articolo – Inoltre è stata osservata una produzione intratecale di anticorpi che mette in evidenza l’importanza del ruolo dei linfociti B (le cellule che producono anticorpi) nella malattia”. Ciò conferma, in altre parole, l’importante contributo che le due infezioni possono avere come concause della Sclerosi Multipla. La ricerca è stata effettuata in collaborazione con Eleonora Cocco e Maria Giovanna Marrosu dell’Università di Cagliari. Questa direzione era stata già indicata in un precedente lavoro di ricerca, pubblicato su European Journal of Neurology a gennaio di quest’anno, dal prof. Sechi e dal dott. Mameli insieme a Giordano Madeddu e Roberto Manetti del Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell’Università di Sassari.
[…]
http://www.unionesarda.it/articolo/cronaca/2016/03/09/sclerosi_multipla_e_diabete_trovate_le_infezioni_che_le_causano_l-68-476716.html

“Farmaco rituximab contro linfoma altamente efficace nel trattamento recidivante nello studio della SM, rapporto dalla Svezia.” 2016.
“Lymphoma drug rituximab highly effective treating relapsing MS study, Sweden reports.”
Da Multiple Sclerosis News Today.
http://multiplesclerosisnewstoday.com/2016/04/21/lymphoma-drug-rituximab-highly-effective-treating-relapsing-ms-study-sweden-reports/

Trapianto di staminali non ematopoietiche nella sclerosi multipla. I ricercatori sono ottimisti. 2016.
Da Pharmastar.
   Il trapianto di cellule staminali potrebbe diventare un trattamento affidabile per le forme di sclerosi multipla (SM) sia recidivante-remittente sia progressiva. Ne sono convinti gli esperti del settore, che ne hanno discusso a New Orleans, in occasione del Forum 2016 ACTRIMS (Americas Committee for Treatment and Research in Multiple Sclerosis). La speranza è di riuscire a dimostrarlo mediante trial clinici.
   «Le cellule staminali stanno iniziando a dimostrare il loro valore come trattamenti medici». Così ha introdotto l’argomento Andrew Goodman, direttore del Multiple Sclerosis Center presso l’University of Rochester Medical Center di New York. Citando il trapianto di cellule staminali ematopoietiche (HSCT), Goodman ha precisato che, in questo caso, il punto centrale è la ricostituzione del sistema immunitario dopo immunoablazione ma l’elemento terapeutico del trapianto non è in realtà rappresentato dalle cellule staminali. Molte altre strategie, invece, basate su cellule “biologicamente corrette”, sono in corso di valutazione nella SM progressiva, ha sottolineato…
[…]
http://www.pharmastar.it/index.html?cat=32&id=20814

Ricercatori offrono nuove visioni nel legame tra Sclerosi Multipla e autoanticorpi specifici. 2015.
Researchers offer new insights into the link between Multiple Sclerosis and specific autoantibodies. 
Da Multiple Sclerosis News Today.
   I ricercatori dell’Immco Diagnostics and the State University of New York di Buffalo (USA) hanno recentemente riferito sulla rivista PLoS One che la frequenza di specifici auto anticorpi reattivi non differisce tra i pazienti con sclerosi multipla (SM) e le persone senza la malattia, una scoperta che potrebbe portare a miglioramenti nella diagnosi. Lo studio è intitolato “Risposte Umorali a Diverse Malattie Autoimmuni, antigeni associati alla sclerosi multipla”.
[…]
http://multiplesclerosisnewstoday.com/2015/06/25/researchers-offer-new-insights-link-multiple-sclerosis-specific-autoantibodies/

Ricercatori scoprono l’anello mancante tra il cervello e il sistema immunitario. 2015.
Researchers find missing link between the brain and the immune system
Da Neuroscience.
   In una scoperta sorprendente che ribalta decenni di insegnamento dei libri di testo, i ricercatori della University of Virginia School of Medicine hanno stabilito che il cervello è direttamente collegato al sistema immunitario da dotti che in precedenza si è pensato che non esistessero. Che tali dotti potrebbero essere sfuggiti al rilevamento quando il sistema linfatico è stato completamente mappato in tutto il corpo è sorprendente per sé, ma il vero significato della scoperta giace negli effetti che potrebbe avere sullo studio e trattamento delle malattie neurologiche che vanno dall’autismo alla malattia di Alzheimer alla sclerosi multipla.
[…]
http://neurosciencenews.com/lymphatic-system-brain-neurobiology-2080/

Protocollo Coimbra
Da Vitamina D per la SM.
   La Commissione per la sicurezza sociale e della Famiglia (A Comissão de Seguridade Social e Família) discute il ruolo della vitamina D nella salute pubblica in udienza pubblica. Hanno partecipato al dibattito il dottor Feldman, il dott. Michael F. Holick, considerato uno dei maggiori esperti in materia e il dott. Cicero Coimbra, neurologo, professore della UNIFESP e anche ricercatore nell’ambito delle malattie del sistema nervoso e malattie autoimmunitari. Del lungo dibattito (circa 3 ore) qui viene postato un estratto, con sottotitoli (in italiano) dei soli interventi del dott. Cicero. Durata: cca 45 min.
   Questa è una libera traduzione e non intende, in alcun modo, spingere i pazienti a iniziare il trattamento senza il parere di un medico specializzato. I rischi per la salute ci sono e possono essere anche GRAVI e IRREVERSIBILI. Le dosi indicate dal dott. Coimbra vengono sempre ricalcolate paziente per paziente durante la visita medica. Si declina ogni responsabilità per gli errori di concetto…
[…]
https://vitaminadperlasclerosimultipla.wordpress.com/tag/protocollo-coimbra/

Controllo immune dell’Epstein-Barr Virus nella Sclerosi Multipla. 2015.
Immune control of Epstein-Barr Virus in MS.
Da MS Research Australia.
   Una grande quantità di prove indicano che l’infezione con il virus di Epstein-Barr (EBV) ha un ruolo nella SM. Il Prof Pender ha dimostrato che le persone con SM hanno una riduzione dell’immunità per causa dell’EBV, che potrebbe consentire l’accumulo di cellule infettate da EBV nel cervello e il successivo sviluppo della sclerosi multipla. Il progetto esaminerà specifiche cellule immunitarie coinvolte nella risposta alle infezioni di EBV conosciuto come cellule T CD8.
   La prima fase sarà caratterizzare la risposta delle cellule T CD8 alle cellule infettate da EBV e indagare il ruolo di altri fattori quali la genetica nella risposta EBV alterata nella SM. Questo, si spera portare a conoscenza per quanto riguarda la causa di questa immunità più bassa contro l’EBV nelle persone con SM. La seconda fase sarà determinare se le alterazioni nella risposta immunitaria all’EBV aumenta con la durata di aumenti di SM. La fase finale determinerà il rapporto tra le cellule T CD8 e altri fattori relativi al livello di infezione da EBV.
   Questo progetto studierà la conseguenza del sistema immunitario compromesso da SM e getterà le basi per prevenire e curare la SM controllando l’infezione da EBV.
[…]
http://www.msra.org.au/immune-control-epstein-barr-virus-ms

La Sclerosi Multipla e la Medicina Tradizionale Cinese. 2015.
Sclerosi Multipla (MS) & Traditional Chinese Medicine.
Da Health Communities.
   In medicina tradizionale cinese (TCM), la sclerosi multipla è associata con un Wei o sindrome di flaccidità, che si traduce in debolezza muscolare. Si tratta di una associazione, non è una classificazione, le sindromi Wei però, generalmente non provocano dolore mentre alcuni sintomi della SM possono essere dolorose. Aspetti della SM sono associati con Bi o sindrome blocco pure.
[…]
http://www.healthcommunities.com/multiple-sclerosis/alternative-medicine/traditional-chinese-medicine-and-ms.shtml

Ricercatori trovano fondi per indagare la relazione tra l’Epstein-Barr Virus e la sclerosi multipla. 2015.
Funding helps researchers to kiss Multiple Sclerosis (MS) goodbye.
Da Murdoch University, Australia.
News Medical.
   I ricercatori della Murdoch University hanno ricevuto finanziamenti per indagare il legame tra l’infezione da virus di Epstein-Barr, più comunemente noto come febbre ghiandolare o la “malattia del bacio”, e la malattia debilitante sclerosi multipla (SM). […]
http://www.news-medical.net/news/20150324/Funding-helps-researchers-to-kiss-Multiple-Sclerosis-(MS)-goodbye.aspx

Incubatrice concede di aiutare il rompicapo della Sclerosi Multipla. 2015.
Incubator grant to help solve sclerosis puzzle.
Da Illawarra Mercury.
La dott.ssa Fiona McKay laureata presso l’Università di Wollongong si è aggiudicata un posto premio 2015 per aiutare a risolvere un altro pezzo del puzzle che è la sclerosi multipla.
[…]
   La dott.ssa McKay utilizzerà il premio contributo per guardare un particolare pezzo del puzzle – il legame tra il virus di Epstein Barr (EBV) e la SM.
   “L’EBV è il virus che causa la febbre ghiandolare, ma è stata anche associata con la SM, però non sappiamo se sia causale o un effetto collaterale”, ha detto.
[…]
http://www.illawarramercury.com.au/story/2902208/22k-grant-to-help-solve-ms-puzzle/
 

Evidenza del ruolo di un virus nella SM.
Evidence for the role of a virus in MS.
Da National Multiple Sclerosis.

   La causa della SM è ancora sconosciuta. Tuttavia, diversi fattori suggeriscono che un agente infettivo è coinvolto nello scatenare la SM. Il gemello identico di una persona con SM, che condivide praticamente tutti gli stessi geni, ha solo una probabilità su quattro di sviluppare la malattia, il che suggerisce che altri fattori, oltre la genetica siano coinvolti. I dati provenienti da studi epidemiologici (studi che analizzano le zone geografiche, socio-economiche, genetiche e altri fattori che possono contribuire a chi abbia la SM) suggeriscono che l’esposizione a un agente infettivo possa essere coinvolto nello scatenare la malattia.
[…]
http://www.nationalmssociety.org/What-is-MS/What-Causes-MS/Viruses

Archivio:
http://www.newscientist.com/article/mg21328466.000-common-virus-may-trigger-ms-nerve-
http://www.digitaljournal.com/article/360856
http://www.italiasalute.it/News.asp?ID=983
http://www.healthline.com/health-news/ms-is-there-a-connection-between-ms-and-evb-infection-061213