Ricerche 4


3
“Come si nasconde l’EBV nelle cellule umane.”
“How the Epstein-Barr Virus hides in human cells.”
Da Eureka Alert, Helmholtz Zentrum München.
[…]

Gli scienziati del Helmholtz Zentrum di München hanno scoperto come l’EBV si nasconde nelle cellule umane. Un colpevole principale per la sua cattiva visibilità da parte del sistema immunitario è la proteina virale LMP2A. Come pubblicato sulla rivista scientifica PLoS Pathogen, la proteina aiuta le cellule infettate da EBV a nascondersi dalle cellule T. Questo camuffamento attraverso la proteina LMP2A può svolgere un ruolo importante nella genesi del cancro da EBV.
“Abbiamo il sospetto che una proteina virale fosse dietro camuffamento da EBV nelle cellule cancerose”, dice il Dott. Andreas Moosmann dell’Unità di Ricerca Gene Vettori a Helmholtz Zentrum München, Germania. «Subito, il LMP2A sembrava molto sospetto per noi. Questa proteina continua ad apparire in forme diverse di infezione da EBV, ma non era mai del tutto chiaro che cosa stesse facendo lì.”
Ciò ha indotto Moosmann, che è a capo di “il controllo Host della latenza virale e la riattivazione” il gruppo di ricerca di nuova costituzione del Centro tedesco di ricerca sulle infezioni, per la ricerca di collegamenti tra LMP2A e il sistema immunitario. “Le cellule tumorali esprimono solo alcune delle proteine virali”, spiega la dott.ssa. Chiara Rancan, che è il primo autore dello studio. “In molti casi, LMP2A è uno di loro.” Nei loro esperimenti, le cellule immunitarie riconoscono quelle infette da cancro o simili meglio, ogni qualvolta gli scienziati eliminano il LMP2A.
Circa il 95% delle persone hanno già acquisito l’EBV quando raggiungono la mezza età e devono tenerlo per tutta la vita. La maggior parte rimanere in buona salute. Ma diversi tipi di tumore possono essere causati dall’EBV, tra cui il carcinoma rinofaringeo e molti casi di linfoma di Hodgkin. La proteina LMP2A può indebolire la risposta immunitaria contro questi tipi di cancro e quindi contribuire al loro scoppio.
“Vogliamo dare un contributo per comprendere meglio la malattia da EBV “, spiega Moosmann. “Ci auguriamo che questa sia la base per nuove terapie.”
[…]
https://www.eurekalert.org/pub_releases/2015-06/hzm–hte061515.php

2
“I ricercatori trovano ceppo dell’herpes nel sistema nervoso.”
“Researchers find herpes strain in the nervous system.”
Da Science Daily News, Seattle Children’s Hospital.
Ci sono un paio di ceppi di herpes così comuni che i ricercatori stimano che il 90 % della popolazione umana li abbiano. Questi ceppi, herpes umano 6 ed herpes umano 7, di solito non causano sintomi gravi quando le persone li acquisiscono. Ma i ricercatori sanno che, in determinate circostanze, gli herpes virus dormienti nel corpo possono inaspettatamente tornare a rombare nuovamente e causare complicazioni non tipicamente associate con il virus dell’herpes.
Il dott. Serge Barcy studia gli herpes virus nel Seattle Children’s Research Institute. In un articolo pubblicato sulla rivista Virology descrive di aver trovato dove si nasconde il virus dell’herpes 7, in un luogo sorprendente: il sistema nervoso di un modello animale.
“E’ comune trovare virus dell’herpes in ghiandole salivari di esseri umani e animali”, ha detto Barcy. “Ma abbiamo trovato l’herpes 7 nel sistema nervoso di modelli animali, ed è stata una sorpresa perché quel ceppo di herpes non è stato rilevato nel sistema nervoso prima. Vogliamo capire cosa fa nel sistema nervoso, se il virus è anche nel sistema nervoso umano e se potesse essere associato a malattie nervose.”
[…]
“Sempre più prove si stanno costruendo che i virus herpes possano utilizzare il sistema nervoso come una strada per diffondersi e potrebbero interferire con la normale funzione dei nervi in determinate circostanze”, ha detto Barcy. “Il nostro prossimo passo nella ricerca è quello di indagare su questo possibile collegamento.”
[…]
https://www.sciencedaily.com/releases/2016/08/160819153258.htm?utm_source=feedburner&utm_medium=email&utm_campaign=Feed%3A+sciencedaily%2Fhealth_medicine%2Fherpes+%28Herpes+News+–+ScienceDaily%29

1
“Avvertenza: il miglioramento della metilazione può innescare una ricaduta dell’EBV.”
“Warning: improving your methylation may trigger an EBV relapse.”
[…]
La metilazione fa normalmente parte del meccanismo di protezione della cellula contro i retrovirus. Quando il DNA della cellula si replica, i processi di metilazione agiscono lungo esso e disattivano le sequenze virali metilandole.
L’EBV è un vero lupo travestito da pecora, perché ha imparato ad adattarsi e beneficiare dell’essere metilato. In realtà rende il tuo corpo troppo metilato su alcune sequenze di DNA ed è così che aumenta il rischio di cancro.
[…]
In sostanza, chiunque abbia una debole metilazione (dovuta a polimorfismi genetici e/o alterata espressione genica) ottiene il vantaggio di limitare la capacità di un’infezione virale da EBV latente di replicarsi e divampare. L’assunzione di integratori per migliorare la metilazione può pertanto scatenare una recidiva della febbre ghiandolare. Alcuni farmaci antivirali anti-herpes, incluso Zovirax, possono aiutare a combattere l’EBV. Tuttavia, influenzano solo il virus nella fase litica, una volta che costui abbia già fatto molti danni.
[…]
https://www.naturalblaze.com/2015/07/warning-improving-your-methylation-may.html